Se tutti ascoltassero

Vorrei che la voce dell’ amore
corresse più veloce delle pallottole,
nei campi dove si combattono guerre.
Dove uomini muoiono affidando parole
al vento, sperando che le porti ai loro cari.
Mentre combattono, pieni di un ideale
che non riusciranno mai a realizzare
fino a quando non impareranno
ad ascoltare la voce del loro cuore,
che sussurra loro messaggi di pace
e poseranno quelle armi, cariche
delle parole d’ odio d’ un tiranno.
Come vorrei che l’ amore
corresse più veloce di quelle parole,
così che possa l’ amore riempire
quei cuori pieni dell’ odio irragionevole
verso un loro caro fratello.

Buon giorno e buon sabato, questa è la prima poesia, da me scritta, nella raccolta stracci di una giornata, spero possa piacervi e poter aprire un dialogo tra i commenti.

 

Stracci di una giornata

Oramai manca poco, quella che mi appresto a proporvi è una raccolta di 25 poesie, scritte da me e unite nella raccolta “stracci di una giornata”, titolo che ho scelto per via del fatto che tutte le poesie sono state composte da un’ estratto particolare delle mie giornate. Spero vi piaceranno e che possano, anche, aprirci ad un confronto attraverso il quale desidero migliorarmi e se non sono troppo egocentrico, spero di lasciarvi un mio pensiero.

Inizia qui la mia nuova avventura!

Inizia qui una nuova avventura, ma lasciate prima che mi presenti, il mio nome è Giuseppe Croce ho 22 anni e sono allievo presso l’ accademia della marina mercantile.La passione per la letteratura l’ ho sempre avuta e dopo diversi testi ho provato ad immettermi anche io in questo enorme mondo di generi, quasi un anno fa è nata la mia raccolta “stracci di una giornata composta da 25 poesie che ho intenzione di proporvi su questa piattaforma. Confido, attraverso voi di migliorare e perché no anche proporre argomenti di riflessione durante questo percorso.